Osmodent

Codice magazzino: SC713605

3.400,00(iva eslusa)

Il sistema Osmodent è un dispositivo ad osmosi inversa pluri funzione in grado di gestire il trattamento dell’acqua fino ad un massimo di 10 riuniti ed un massimo di 3 autoclavi con uscite separate da 0 a 15 microsiemens.

Il sistema è dotato di un serbatoio di accumulo esterno di 12 litri per garantire la continua erogazione di acqua trattata senza interruzione dei cicli di lavoro.

Osmodent è dotato di Lampada UV LED battericida e di un sistema anti allagamento interno.

Osmodent può essere completato con il Sistema di Igienizzazione DOSA (opzionale).

L’ubicazione migliore per il prodotto è la sala macchine.

Da 4 a 10 Riuniti + 3 autoclavi + 1 lavello

COD: SC713605 Categoria:

Sistema di Osmosi

IL SISTEMA IDRICO NEL RIUNITO

L’acqua viene utilizzata quotidianamente nello studio odontoiatrico:

A. L’acqua della rete idrica con cui è alimentato il riunito odontoiatrico è spesso ricca di calcare e altre sostanze indesiderate o addirittura tossiche. I metalli pesanti ed il calcare possono gravemente danneggiare molte componenti del riunito (turbina, micromotore, siringa, ablatore, elettrovalvole, ecc..); inoltre occorre ettvitare che i batteri possano annidarsi all’interno dell’impianto di alimentazione e dentro allo stesso riunito, eliminando il biofilm che li protegge e che può renderli, col passare del tempo, resistenti ai vari disinfettanti.

B. Nelle procedure del ciclo di sterilizzazione, l’acqua viene utilizzata nella pulizia dei vari strumenti e, se non opportunamente trattata, può contribuire all’ossidazione causata dal carbonato di calcio, trattenendo i tensioattivi dei comuni prodotti per la detersione.

C. L’alimentazione delle autoclavi richiede l’utilizzo di acqua distillata o bi-distillata, oppure acqua trattata con sistemi di filtrazione ad osmosi.

Nell’acqua inoltre possono essere presenti detriti cellulari e sali inorganici che nutrono e proteggono eventuali batteri presenti nel circuito idrico di rete e del riunito odontoiatrico.

Alcuni batteri, quali Helicobacter, Pseudomonas, Legionella e Mycobacterium, particolarmente pericolosi in quanto causa di malattie gravi, possono proliferare e trovare un ambiente favorevole all’interno del riunito odontoiatrico.

Il rischio di contaminazione crociata riguarda sia gli strumenti chirurgici sia il circuito idrico del riunito odontoiatrico ed interessa tutta l’equipe dello studio ed i pazienti.

IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE

Oggi più che mai è indispensabile per l’odontoiatra preoccuparsi del problema del trattamento delle acque.

L’obbiettivo di tutelare la salute dei pazienti e degli operatori, garantire la massima igiene dello studio e delle attrezzature in esso operanti oltre alla necessità di ridurre al minimo le esigenze di operazioni di manutenzione, sostituendole con operazioni automatiche a garanzia di maggiore efficienza e di un migliore funzionamento delle apprecchiature, diventa ogni giorno un fattore di maggiore competitività dello Studio stesso.

Un corretto ed efficace trattamento delle acque, con la collaborazione di tutto il personale dello studio e con una adeguata formazione, consente quindi di:

  • tutelare la salute dei pazienti e del personale dello studio
  • snellire le procedure operative necessarie per lo svolgimento delle attività di sterilizzazione
  • migliorare il ciclo di efficienza delle attrezzature grazie ad una minore usura delle stesse.

I Prodotti della famiglia OSMODENT e OSMO forniscono un ampio ventaglio di possibilità nel trattamento delle acque grazie a Sistemi di Igienizzazione dedicati che utilizzano Perossido di Idrogeno.

Questo impianto è stato realizzato con un sistema Osmodent per le 5 postazioni riuniti, completo di sistema Dosa, in grado di abbattere la carica batterica e la contaminazione crociata, grazie alla costante emanazione di acqua ossigenata al 3% (o 10 vol.).Nella sala sterilizzazione è stato montato un altro apparecchio Osmodent per alimentare le due autoclavi Europa B Evo che mantengono la conducibilità tra 0 e 15 microsiemens (intervallo di riferimento a norma di legge). Inoltre con lo stesso sistema Osmodent viene alimentata Ekstra Plus per manipoli, , un sistema Multi- steril, una Vaporiera Multavap oltre ad un rubinetto di prelievo per il lavaggio ferri.

I sistemi Osmodent sono stati ubicati in sala macchine. Grazie a questo impianto è stato possibile realizzare un sistema di 2 circuiti per garantire un funzionamento separato della sala sterilizzazione e della sala operatoria. Il nostro cliente è così riuscito a risparmiare il costo di 8 sistemi di disinfezione per riuniti e di altrettanti apparecchi necessari in sala sterilizzazione. Tutto questo garantendo un sistema centralizzato che consente un ottimo funzionamento generale e permette l’uso quotidiano di tutte le apparecchiature in entrambe le sale. L’intero progetto è stato realizzato grazie all’esperienza tecnica di Odontoservice accompagnata da una progettazione accurata e dalla scelta di prodotti seri, validi e testati

Contattaci per un'offerta personalizzata o per maggiori informazioni.


Peso 30 kg

Sistema di Osmosi

IL SISTEMA IDRICO NEL RIUNITO

L’acqua viene utilizzata quotidianamente nello studio odontoiatrico:

A. L’acqua della rete idrica con cui è alimentato il riunito odontoiatrico è spesso ricca di calcare e altre sostanze indesiderate o addirittura tossiche. I metalli pesanti ed il calcare possono gravemente danneggiare molte componenti del riunito (turbina, micromotore, siringa, ablatore, elettrovalvole, ecc..); inoltre occorre ettvitare che i batteri possano annidarsi all’interno dell’impianto di alimentazione e dentro allo stesso riunito, eliminando il biofilm che li protegge e che può renderli, col passare del tempo, resistenti ai vari disinfettanti.

B. Nelle procedure del ciclo di sterilizzazione, l’acqua viene utilizzata nella pulizia dei vari strumenti e, se non opportunamente trattata, può contribuire all’ossidazione causata dal carbonato di calcio, trattenendo i tensioattivi dei comuni prodotti per la detersione.

C. L’alimentazione delle autoclavi richiede l’utilizzo di acqua distillata o bi-distillata, oppure acqua trattata con sistemi di filtrazione ad osmosi.

Nell’acqua inoltre possono essere presenti detriti cellulari e sali inorganici che nutrono e proteggono eventuali batteri presenti nel circuito idrico di rete e del riunito odontoiatrico.

Alcuni batteri, quali Helicobacter, Pseudomonas, Legionella e Mycobacterium, particolarmente pericolosi in quanto causa di malattie gravi, possono proliferare e trovare un ambiente favorevole all’interno del riunito odontoiatrico.

Il rischio di contaminazione crociata riguarda sia gli strumenti chirurgici sia il circuito idrico del riunito odontoiatrico ed interessa tutta l’equipe dello studio ed i pazienti.

IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE

Oggi più che mai è indispensabile per l’odontoiatra preoccuparsi del problema del trattamento delle acque.

L’obbiettivo di tutelare la salute dei pazienti e degli operatori, garantire la massima igiene dello studio e delle attrezzature in esso operanti oltre alla necessità di ridurre al minimo le esigenze di operazioni di manutenzione, sostituendole con operazioni automatiche a garanzia di maggiore efficienza e di un migliore funzionamento delle apprecchiature, diventa ogni giorno un fattore di maggiore competitività dello Studio stesso.

Un corretto ed efficace trattamento delle acque, con la collaborazione di tutto il personale dello studio e con una adeguata formazione, consente quindi di:

  • tutelare la salute dei pazienti e del personale dello studio
  • snellire le procedure operative necessarie per lo svolgimento delle attività di sterilizzazione
  • migliorare il ciclo di efficienza delle attrezzature grazie ad una minore usura delle stesse.

I Prodotti della famiglia OSMODENT e OSMO forniscono un ampio ventaglio di possibilità nel trattamento delle acque grazie a Sistemi di Igienizzazione dedicati che utilizzano Perossido di Idrogeno.

Questo impianto è stato realizzato con un sistema Osmodent per le 5 postazioni riuniti, completo di sistema Dosa, in grado di abbattere la carica batterica e la contaminazione crociata, grazie alla costante emanazione di acqua ossigenata al 3% (o 10 vol.).Nella sala sterilizzazione è stato montato un altro apparecchio Osmodent per alimentare le due autoclavi Europa B Evo che mantengono la conducibilità tra 0 e 15 microsiemens (intervallo di riferimento a norma di legge). Inoltre con lo stesso sistema Osmodent viene alimentata Ekstra Plus per manipoli, , un sistema Multi- steril, una Vaporiera Multavap oltre ad un rubinetto di prelievo per il lavaggio ferri.

I sistemi Osmodent sono stati ubicati in sala macchine. Grazie a questo impianto è stato possibile realizzare un sistema di 2 circuiti per garantire un funzionamento separato della sala sterilizzazione e della sala operatoria. Il nostro cliente è così riuscito a risparmiare il costo di 8 sistemi di disinfezione per riuniti e di altrettanti apparecchi necessari in sala sterilizzazione. Tutto questo garantendo un sistema centralizzato che consente un ottimo funzionamento generale e permette l’uso quotidiano di tutte le apparecchiature in entrambe le sale. L’intero progetto è stato realizzato grazie all’esperienza tecnica di Odontoservice accompagnata da una progettazione accurata e dalla scelta di prodotti seri, validi e testati

Contattaci per un'offerta personalizzata o per maggiori informazioni.


Peso 30 kg

Secondo le normative vigenti, nelle aree Extra EU alcuni prodotti e/o caratteristiche potrebbero avere disponibilità e specificità diverse. Vi invitiamo a contattare il distributore di zona. Questo sito è destinato esclusivamente a operatori professionali e riporta dati, prodotti e beni sensibili per la salute e la sicurezza del paziente.